Cinque ricette della Campania

Cinque ricette della Campania – La Campania fin dall’antichità si è sempre distinta per il suo vasto patrimonio culinario, ricco di prelibatezze uniche al mondo. In apparenza, quella campana, potrebbe sembrare una cucina facile, fatta di ingredienti poveri; invece, alcune pietanze sono davvero molto elaborate.

Cinque ricette della Campania per un menu da festa

Sarebbe impossibile in questa sede elencare tutti i piatti tipici della Campania anche perché ogni area ha le proprie tradizioni culinarie e ogni area, col tempo, ha apportato alcune varianti alle ricette originali. Iniziamo dunque da quelle più comuni.

Vi proponiamo un primo, un secondo, un contorno, una pizza rustica e un dolce, così da permettervi di preparare un menù da festa completo tipicamente campano.

Gnocchi di patate al sugo

Ingredienti

  • Patate 1.200 kg
  • Farina 600 gr
  • Ragù
  • Parmigiano reggiano

 

PROCEDIMENTO

Fate cuocere le patate con la buccia, spellatele e passatele. Versate la purea di patate su un piano di lavoro; fategli assorbire tutta la farina ed il sale. Lavorate l’impasto fino a quando sarà diventato elastico ed omogeneo. Staccate un pezzo, fatelo diventare un lungo bastoncino e da esso ricavatene pezzetti di circa 2 cm che incaverete con un dito.

La cottura è rapidissima. In acqua bollente saliranno a galla in pochissimo tempo e sarà quello il momento di alzarli dall’acqua di cottura e condirli pochi per volta con il ragù.

Potete anche passarli al forno aggiungendoci del fiordilatte, magari versandoli in piccole ciotoline di creta.

**** **** ****

Stock e patane (stoccafisso e patate)

  • Stocafisso 1,200 Kg
  • Patate 1,200 Kg
  • 3 cipolle
  • pomodori pelati 800 gr
  • olio 200 gr
  • sale, pepe
  • origano

 

PROCEDIMENTO

Affettate le cipolle e le patate. Prendete un tegame, versatevi dell’olio e fate uno strato di patate e cipolle sulle quali verserete del pomodoro, dell’origano e sale. Adagiate su questo strato lo stoccafisso che coprirete con un secondo strato di patate e cipolle, pomodori, origano sale e pepe. Irrorate con altro olio e fate cuocere girando il meno possibile.

**** **** **** ****

Friarielli in padella

Ingredienti:

  • 6 fasci di friarielli
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio
  • peperoncino
  • sale

 

PROCEDIMENTO

Mondare e lavare in acqua fredda i broccoli. Metterli in uno scolapasta e farli sgocciolare. Prendere una grossa padella, magari dai bordi alti. Versare dell’olio sul fondo, adagiarci due spicchi d’aglio schiacciati e un po’ di peperoncino (secondo il vostro gusto). Non appena l’aglio sarà rosolato mettete i friarielli in padella, pochi per volta. Quando si saranno appassiti i primi aggiungerete i secondi e così via fino a quando la padella potrà contenerli tutti. Fateli andare a fuoco allegro perché non rimangano acquosi.

Gattò (gateau) di patate

Ingredienti

  • Patate 1,500 kg
  • Burro 150 gr
  • Parmigiano gr.50 (grattugiato)
  • 5 uova
  • prosciutto o salame g.200
  • mozzarella gr. 200
  • provola affumicata gr. 100
  • latte 1 bicchiere
  • sale e pepe
  • pane grattugiato

 

Lavate e lessate le patate con la buccia. Sbucciatele ancora calde e schiacciatele con l’apposito utensile. In una grande ciotola mettere le patate schiacciate, le uova, 100 gr. di burro, un bicchiere di latte, il formaggio grattugiato, il sale e il pepe secondo il vostro gusto, il prosciutto e/o salame.

Tagliate i latticini e teneteli da parte. Prendete una teglia, imburratela e spolverizzatela di pane grattugiato per evitare che il gateau di attacchi al fondo.

Sistemate sul fondo una metà dell’impasto – adagiateci le fettine di mozzarella e di provola – ricoprite il tutto con l’impasto rimasto livellando per bene. Spolverizzate la superficie con il pane grattugiato rimasto. Cospargete la superficie di fiocchetti di burro e passare al forno per circa una mezz’oretta a 180 °.

Lasciate raffreddare prima di gustarlo.

Pastiera

Ingredienti

 Per la pasta frolla

  • 600 g Farina 00
  • 300 g Zucchero semolato
  • 300 g Burro
  • 6 Rossi d’uovo
  • Sale (un pizzico)
  • Limone

 

Per il ripieno

  • 500 g Ricotta
  • 500 g Grano
  • 3 cucchiai di farina
  • ½ litro di latte
  • 500 g Zucchero semolato
  • 9 Uova intere
  • una noce di burro o sugna
  • canditi (cedro, scorzette d’arancio, cocozzata, a dadini
  • Acqua di fiori d’arancio
  • Cannella in polvere

 

PREPARAZIONE

Disponete la farina e lo zucchero a fontana sul piano di lavoro e nel mezzo versatevi il burro, i rossi d’uovo, un pizzico di sale e la raschiatura di buccia di limone. Mescolare gli ingredienti senza lavorarli troppo. Appena la pasta sarà omogenea, fatene una palla, avvolgetela in uno strofinaccio pulito e mettetela a riposare in frigo per circa mezz’oretta.

Lessate il grano coperto d’acqua con la noce di burro (o sugna) per 2 ore, poi scolatelo. Preparate la crema pasticcera con 3 rossi d’uova, ½ litro di latte, 3 cucchiai colmi di zucchero e 3 cucchiai rasi di farina o fecola.

In una grande ciotola riporre il grano (frullato se non gradite il chicco intero), la ricotta, lo zucchero, i rossi d’uova, l’acqua di fiori, i canditi, la crema e in ultimo i bianchi montati a neve.

Imburrate e infarinate una tortiera meglio se con la cerniera apribile. Stendete la pasta frolla su un piano infarinato e foderate per bene la teglia, lasciando una parte dell’impasto da parte per farne strisce decorative.

Riempite la frolla con il ripieno, posizionatevi sopra 5 nastri di pasta, in modo che siano equidistanti fra loro, e gli altri 5 sopra i precedenti, ma in obliquo. Infornate a 180 °C per circa 45 minuti.

Sfornate e fate raffreddare la pastiera in un luogo asciutto. Gustatela il giorno successivo. Spolverate la pastiera con dello zucchero a velo, ma soltanto una volta raffreddata e prima di servirla.

 

 

 

Autore dell'articolo: Viaggio&Mangio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *